Frittatine alle erbe con Salmone marinato, aneto e uova di salmone

Frittatine alle erbe con Salmone marinato, aneto e uova di salmone

Queste frittatine, comodissime da preparare in anticipo e riscaldare all'ultimo minuto sono utilissime per essere sempre pronti in caso di necessità con stile e fantasia! La ricetta di Claudio Sadler con il Salmone Norvegese è davvero un asso nella manica come antipasto o piatto unico!

Difficoltà Facile
Dai un voto

Ingredienti

Number of servings

Procedimento

  • Stendere su di una teglia da forno il filetto di salmone, cospargendolo con una miscela preparata con sale grosso, zucchero di canna e pepe in grani schiacciato, far marinare in frigorifero per 24h rigirando il salmone per almeno due volte.

  • Passate le 24h, eliminare l’acqua formatasi, asciugare bene il salmone e pulirlo da eventuali residui di sale. Disporlo in una teglia e coprirlo con aneto ed un leggero strato d’olio d’oliva extra vergine, chiudere con pellicola trasparente e riporre in frigorifero.

  • Lavorare il formaggio caprino con un poco di erba cipollina fresca tritata, sale, pepe e olio d’oliva.

  • Sbattere le uova con l’erba di San Pietro tagliata a julienne, sale e pepe, quindi preparare le frittate tenendole il più sottile possibile.

  • Spalmare le frittate con il caprino condito, sovrapporvi il salmone marinato, tagliato a fette altrettanto sottili. Arrotolare le frittate su se stesse chiudendole bene, tagliarle a rondelle di 3 cm di altezza.

  • Preparare un’insalata mista con ravanelli, finocchi, aneto e germogli di crescione, insalata pasqualina e verza cappuccio rossa. Condire con sale, pepe e aceto bianco.

  • Sistemare l’insalata nei piatti e stendervi sopra tre rotolini di frittata, decorare con caviale, depositandolo su ciascun rotolino.

Consigli utili

Il salmone così preparato è ottimo per molte preparazioni ed è molto pratico per il suo lungo periodo di conservazione, cinque o sette giorni, quindi è un grande aiuto in tutte le occasioni.

La frittata rappresenta la cucina casalinga italiana, fatta e arrotolata con una farcitura di salmone marinato e il tocco del caviale o delle uova di salmone stesso, è un'antipasto che si può anche servire come secondo piatto, sopratutto nei periodi più caldi.